«NIGHT OF THE LIVING GUITARS - Danny Click» la recensione di Rockol

Danny Click - NIGHT OF THE LIVING GUITARS - la recensione

Recensione del 13 dic 2000

La recensione

Cambio di linea musicale per Danny Click, chitarrista texano che con questo suo secondo lavoro abbandona il rock cantautorale dell’esordio a favore di un rock-blues vecchio stile grezzo ma efficace. Un salto di stile non indifferente, che lo vede passare da un’ispirazione vicina a quella di personaggi come John Hiatt o John Mellencamp, alle soluzioni dirette e senza fronzoli di un trio blues alla George Thorogood o alla Rory Gallagher. Una chitarra ringhiosa, flat picking o slide, con distorsore o wah wah, a seconda della battaglia da affrontare, sostenuta dalla possente ma fantasiosa ritmica di Nick Travis (basso) e Mark Evans (batteria) costruisce una decina di tracce. In una dimensione da live club infuocata, qua e là arricchita da una seconda sei corde (Dave Sampson, Steve Crisp, Bill Ussery), da altri bassisti (Mark Breman, David Lucas) o dal piano di Weston Mays. Con grinta, muscoli e sudore vengono eseguite composizioni dello stesso Danny (“Thunder”, “Neanderthal”, “Flying surfers”), cover (“Mercury blues”), traditionals (“Down in Mississippi”) e superclassici (“Not fade away/Who do you love”, “Baby please don’t go”) resi in modo abbastanza personale. Niente di originale, per carità, ma una buona oretta di musica assolutamente efficace: la rivista “Vintage Guitars” scrive: “Click suona come un indemoniato”. Bando alle raffinatezze da ‘fighetti’ come Robert Cray o Robben Ford e largo al sudore che cola, ai piedi che battono e alle vene del collo che si gonfiano. Birra a fiumi per tutti, è cominciata la “Notte delle chitarre viventi”!

(Diego Ancordi)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.