«KREIDLER - Kreidler» la recensione di Rockol

Kreidler - KREIDLER - la recensione

Recensione del 09 dic 2000

La recensione

Fin dal primo ascolto, i Kreidler - questo gruppo di Dusseldorf così vicino geograficamente ai Kraftwerk, ma così lontano tematicamente dalla loro “roboticità” - fanno subito pensare al krautrock “freak” di produzioni targate Can o Neu e alle produzioni made in Chicago di gente come Tortoise. Krautrock e post rock, quindi, sono ancora punti di riferimento per questa band tedesca. Lo sono stati in passato, con i due album precedenti, e lo sono anche questa volta. I Kreidler, riappropriandosi di questo giocattolo chiamato “krautrock” e rivitalizzandone il contenuto, aprono le porte a quei suoni "elettronici" che hanno fatto parte del bagaglio sonoro di generi come acid house o ambient. Su un impianto quasi sempre "minimalista", con l'apporto di tastiere vintage (in linea con gruppi come Stereolab) e su ritmiche metronomiche suonate con strumenti analogici, i Kreidler costruiscono 11 brani che, oggi più che mai, con l’avvento delle sonorità analogiche e low fi nella musica elettronica, suona moderno, suona come la musica del “qui ed ora”. In più, rispetto ai dischi precedenti, i Kreidler si avvicinano a uno strumento come la chitarra (perno attorno a cui ruotano alcuni dei brani più convincenti: “Sans soleil” e “Circles”) e, per la prima volta, decidono di inserire l’elemento vocale. Dalla loro, per questa opera di “implanting” vocale, ci sono un cantautore argentino (tale Leo Garcia) e un cantante sfuggente e da sempre “outsider” nel mondo pop inglese come Momus, che garantiscono, nei brani in cui appaiono, un apporto quasi sempre azzeccato (vedi “Mnemorex” ed “Estatico”). Se a questo poi si aggiunge il fatto che certi brani suonano come una versione aggiornata del Sakamoto di “Merry Christmas Mr Lawrence” (la magnifica colonna sonora che Sakamoto scrisse per il film di Bowie) o come nuovi tasselli di un disco indimenticabile come “Before & after science” di Brian Eno, si può capire quanto i Kreidler facciano più che musica d’ambiente capace di creare sensazioni, musica che smuove emozioni.

(Gian Paolo Giabini)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.