«CROSSING MUDDY WATERS - John Hiatt» la recensione di Rockol

John Hiatt - CROSSING MUDDY WATERS - la recensione

Recensione del 27 ott 2000

La recensione

Certe cose nella musica non muoiono mai. Il rock americano tradizionale, per esempio. Non tutti sono in grado di farlo come si deve, e i rocker improvvisati si riconoscono alla prima nota. John Hiatt non è uno di questi, e il suo nuovo “Crossing muddy waters” ne è la riprova. Una carriera fatta di alti e bassi, la sua, con almeno un picco assoluto, un vero capolavoro del genere: “Bring the family”, 1987. Dopo avere chiuso il rapporto con la Capitol, il cantautore americano torna ora con un nuovo disco, inciso per una piccola etichetta. E, soprattutto, torna alle sue origini. Come il titolo lascia presagire, “Crossing muddy waters” è un disco di folk-blues acustico, scarno ed essenziale. Un disco che passa dalle ballate come “What do we do now” e la stupenda “Take it down” a blues come l’iniziale “Lift up every stone”. E poi c’è la voce di Hiatt, nera e profonda come poche altre nel rock. Con una voce così, Hiatt potrebbe cantare qualsiasi cosa. Quando canta delle canzoni ben scritte e ben arrangiate, potete immaginare… Insomma, “Crossing muddy waters” è un disco che rinnova la magia della musica tradizionale americana, quella di Dylan e dei suoi figli. E, soprattutto, è un disco che restituisce uno dei suoi migliori interpreti ai suoi massimi livelli.
(Gianni Sibilla)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.