«ABANDONED SHOPPING TROLLEY HOTLINE - Gomez» la recensione di Rockol

Gomez - ABANDONED SHOPPING TROLLEY HOTLINE - la recensione

Recensione del 19 ott 2000

La recensione

I Gomez hanno aperto il cassetto delle registrazioni messe da parte e ne hanno tirato fuori questa raccolta di 15 pezzi, in parte inediti, qualcuno remixato, qualche radio session, qualche versione alternativa di brani già pubblicati, riuniti sotto un titolo che a pensarci bene è proprio azzeccato, perché evoca l’idea di qualcosa di dimenticato e al tempo stesso che è servito per portare altro, in questo caso musica che ha portato o porterà ad altra musica.
Chi si accinge ad ascoltare una raccolta di brani ripescati dal repertorio degli “scarti” di una band da un lato non si aspetta certo un album che abbia una sua coerenza, dall’altro è solleticato dall’idea di essere introdotto ai primi passi di un gruppo, alle sperimentazioni magari troppo ardite per essere proposte al pubblico o al contrario alle ingenuità troppo naif, che tanto però dicono delle passioni degli artisti. “Abandoned shopping trolley hotline”, da questo punto di vista, racconta la storia lunga quattro anni di una band che fin dalle sue prime prove - registrate come si legge nelle note di copertina un po’ dove capitava (da un garage al salotto di casa) - sembrava avere chiaro in testa in che direzione andare. Si ascoltino al proposito “Hit on the head” e “Flavors”, due brani del 1996, anno in cui i Gomez si formano: la prima è scarna, con una sola voce solista e un accompagnamento improvvisato; l’altra è già più sviluppata nella melodia, con qualche controcanto, la linea di basso più in evidenza. Ma il fatto è che quelli del 1996 sono già i Gomez, con il loro suono che guarda ai ritmi americani, che pesca dal country, dal blues, dal funk. Un po’ lascia stupiti che l’alchimia ci sia stata da subito; lascia stupiti la sicurezza con cui apparentemente questo quintetto, fin dalle sue prime prove, anche quelle non confluite poi in “Bring it on”, imbocca con decisione una strada personalissima, all’insegna delle contaminazioni, del mescolamento di modelli spesso non solo distanti ma contrastanti.
“Abandoned shopping trolley hotline” è un album che alla fin fine suona più omogeneo del previsto, con un’atmosfera diffusa un po’ psichedelica, come nella rivisitazione di “We haven’t turned around”, nella versione radio di “Emergency surgery” o nell’inedita e un po’ funkeggiante “Buena vista”. Per il resto, ritroviamo mescolanze cui i due album “maggiori” della band ci hanno abituato, come il valzer triste di “Rosemary” o il blues-rock di “Bring your lovin’ back here”. Ma uno sviluppo in questa storia si coglie ed è verso una progressiva apertura a nuove contaminazioni, all’aggiunta di altri ingredienti alla già condita base dei Gomez: che danno prova di sapersi reinventare e di non essere a corto di idee. Il che lascia ben sperare per il futuro. Da segnalare, infine, l’unica cover presente in tracklist, “Getting better”, personalissimo omaggio ai Beatles, l’unico gruppo dei molti frequentati dal quintetto a meritarsi una citazione in grande stile.
(Laura Centemeri)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.