«DAYS OF THE WHITE OWL - Nerve Agents» la recensione di Rockol

Nerve Agents - DAYS OF THE WHITE OWL - la recensione

Recensione del 07 nov 2000

La recensione

Non è detto che punk hardcore debba per forza significare riff pesantissimi a supporto di urla furiose e disperate. Questo sembra essere il credo dei Nerve Agents, a giudicare da questo album, il primo lavoro completo registrato dalla band. Se velocità, impatto furioso e parti vocali senza una parvenza di melodia vengono direttamente dall'hardcore più tagliente, tuttavia i riff su cui vengono costruiti i brani lasciano trapelare qualche ricordo di punk '77 se non addirittura di rock'n'roll. L'attacco di "Fall of the all American" ad esempio sembra una riscrittura più cattiva dell'intro di "Beat on the brat", indimenticato classico del primo album dei Ramones. Certo, poi il brano non dà spazio alle ineffabili idiozie tra teppismo e bubblegum in cui i quattro fratelli per finta di New York eccellevano, ma è comunque confortante sentire un riff del genere da un gruppo come i Nerve Agents. Che sono aggressivi e ultra-arrabbiati ma cercano di dare alla propria rabbia una colonna sonora meno cupa e opprimente rispetto ad altre band stilisticamente simili. Ciò non significa che "Days of the white owl" si candidi a diventare un possibile best-seller, perché servono comunque orecchie ben allenate per ascoltare un disco così, ma si intuisce la possibilità di dare una boccata ossigeno in più a uno suono che rischia di rimanere inchiodato alla semplice furia cieca. Si resta con entrambi i piedi saldamente piantati nel punk da sottobosco, ma almeno non ci si limita a guardare in una sola direzione. Quindi, aspettatevi pure la solita dose di urla, alto volume e velocità da infarto, ma tenete presente anche che questo è un gruppo che in passato ha ripreso "Suffragette city" di David Bowie. Vorrà dire qualcosa il fatto che il chitarrista si faccia chiamare Timmy Stardust?
(Paolo Giovanazzi)

TRACKLIST

01. Spring Heeled jack (intro)
02. Fall of the all American
03. Prey
04. Days of the white owl
05. Portland
06. Off come the blindfolds
07. Your warning
08. Jekyl and Hyde
09. The invincible
10. Dead man walking
11. Out on the farm
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.