«NATALIA OREIRO - Natalia Oreiro» la recensione di Rockol

Natalia Oreiro - NATALIA OREIRO - la recensione

Recensione del 11 set 2000

La recensione

Nessuno dovrebbe offendersi, crediamo, di fronte a un'affermazione come questa: Natalia Oreiro come cantante non vale un granché. Ha 23 anni e ha fatto un disco che sembra che ne abbia 57, con una povera orchestrina che le suona alle spalle, che ce li immaginiamo tutti su un palco a una festa di paese a far ballare vecchietti e coppie appena sposate. Niente di buono, niente di buono qui dentro, con tutte queste canzoni uguali l'una all'altra, con gli autori dei brani (certi Lopez Rossi e Durand) che bisognerebbe chiedergli cosa gli è venuto in mente di fare una roba così. Che neanche a tua mamma lo faresti sentire un disco come questo, se ne fossi l'interprete, e spereresti che lei non scoprisse mai che l'hai fatto tu. O forse invece sì: forse Natalia Oreiro alla sua mamma l'ha fatto sentire, il suo album, le ha fatto sentire il rullare sempre uguale di quella batteria, gli assoli di sassofono che sembrano comprati al supermercato con il 3 X 2, le tastierine aggrappate pericolosamente ai pianobar degli anni '60, e la canzone dedicata all'Uruguay - terra natìa di Natalia - che vorrebbe essere struggente e invece è solo mediocre. E la mamma di Natalia, come è giusto che sia, le ha detto che era proprio brava; ma noi non siamo sua madre, e non ce la sentiamo di ingannarla, e le consigliamo di smetterla di cantare perché proprio non ha voce, di smetterla di andare in giro seminuda, che se su Internet cerchi un sito dedicato a lei non trovi quasi tracce della sua biografia, ma solo foto soft-porno a decine; e non ci è mica antipatica Natalia, anzi la troviamo molto carina, solo vorremmo che trovasse qualcos'altro da fare nella sua vita, magari che tornasse in tv, dove basta che sorridi e sei fotogenico e la gente ti applaude. Che se lei venisse da noi in concerto, davvero si beccherebbe i pomodori.
(Paola Maraone)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.