«GUS GUS VS. T-WORLD - GusGus» la recensione di Rockol

GusGus - GUS GUS VS. T-WORLD - la recensione

Recensione del 26 giu 2000

La recensione

In “This is normal”, il loro ultimo album, Gus Gus, avevano dimostrato di saper giocare con tutti i ritmi e le formule possibili e immaginabili usate oggi sulla pista da ballo (deep house, ambient, big beat, breakbeat, techno, trip hop), e stesso tempo di avere un gran gusto per i suoni, suoni che, più profondi e vellutati erano, meglio era. Sonicamente parlando quindi Gus Gus dimostravano di avere talento e gran gusto per la ricerca del collage sonoro. Al contrario, ciò che mancava era un gusto per i vocalizzi e, soprattutto, un’incapacità, da parte di Siggi e Daniel (i due vocalist) di scrivere testi degni di nota. Così, oggi, quando ci siamo trovati tra le mani questo album “strumentale” pensato dalle menti “soniche” del gruppo (Biggi, Steph ed Herb) abbiamo pensato che potesse essere l’occasione buona per far venire a galla in tutta la sua bellezza le invenzioni sonore e ritmiche del gruppo islandese. Purtroppo non è stato così. “Gus Gus vs t-world” è un album che suona vecchio, che fa pensare a ormai preistoriche sonorità in stile Warp (i primi Biosphere), con deragliamenti electro, pochissime concessioni a quel genere (la deep house) che aveva garantito i passaggi più interessanti di “This is normal” e diverse tracce dedicate al dance floor più intransigente (quello della techno in stile Tresor). Il risultato è un disco che annoia, non porta nulla di nuovo alla scena elettronica ed è, in definitiva una bella occasione mancata per mostrare in tutta la sua integrità quel background elettronico che tanto spessore ha portato a Gus Gus nei dischi precedenti.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.