«GOMMAPIUMA - Giorgio Poi» la recensione di Rockol

A Lucio Dalla uno come Giorgio Poi sarebbe piaciuto tantissimo

In "Gommapiuma", il nuovo album dell'ex Vadoinmessico, lo spirito del cantautore fa capolino più volte, per poi materializzarsi nella melodia che Giorgio Poi suona al sax soprano nel pezzo strumentale che dà il titolo all’album. Da ascoltare e riascoltare

Recensione del 30 dic 2021 a cura di Mattia Marzi

Voto 8,5/10

La recensione

Canzoni che ti rimettono in pace con il mondo, soprattutto in un periodo storico come questo.

Quelle di Giorgio Poi sono così: rassicuranti, dolci, soffici. Non è un caso che il cantautore novarese di nascita ma romano (prima) e bolognese (poi) d’adozione abbia voluto intitolare il suo terzo lavoro da solista “Gommapiuma”: “L’ho scritto in un momento in cui alla mia fragilità si sommava quella della mia intera specie e al mio peso quello del mondo in caduta libera. Se non sono andato in frantumi è anche grazie a queste canzoni”, racconta. La gommapiuma, d’altronde, è un materiale utilissimo: attutisce i colpi, assorbe, protegge le cose fragili. Prendetelo come un rifugio, questo disco. Staccate per un’ora dal mondo, mettete via il telefono, poggiate la puntina del giradischi sul vinile e lasciatevi trasportare dall’ex Vadoinmessico nei paesaggi e nelle atmosfere di “Rococò”, “I pomeriggi”, del duetto con Elisa su “Bloody Mary”, “Supermercato”.

È un disco da maneggiare con cura, “Gommapiuma”. Come il suo autore. Uno che non parla mai di sé stesso come di un artista, che non ama stare al centro dell’attenzione, che fa della timidezza la sua forza. In questi ultimi anni ha fatto più cose dietro le quinte, da artigiano, che mettendoci la faccia: dalle collaborazioni con Calcutta, Carl Brave e Franco126 alla colonna sonora della serie Netflix “Summertime”. E forse non è un caso.

Ironia, profondità, malinconia, ricerca sulle parole, sui suoni. Come tutti i suoi colleghi, Giorgio Poi è bravo a disorientare, quando si tratta di riconoscere i suoi punti di riferimento: “Il mio disco più dalliano? No, non credo. Penso di aver fatto cose che erano decisamente più vicine al suo mondo, in passato”, ha detto nella nostra intervista, parlando di "Gommapiuma".

Eppure – sarà che da tempo vive a Bologna e in un modo o nell’altro la sua scrittura ha assorbito i colori e l’aria di quella città – lo spirito di Lucio Dalla fa capolino più volte, nel disco, per poi materializzarsi nella melodia che Giorgio Poi suona al sax soprano nel pezzo strumentale che dà il titolo all’album. È il Dalla degli Anni ’90, quello delle visioni ipnotiche e dei colori pastello di dischi come “Cambio”, “Henna” e “Canzoni”. Uno come Giorgio Poi, ne siamo sicuri, gli sarebbe piaciuto tantissimo.

TRACKLIST

01. Rococò (03:53)
02. I Pomeriggi (03:10)
03. Bloody Mary (feat. Elisa) (04:11)
04. Gommapiuma (03:03)
05. Giorni Felici (03:57)
06. Supermercato (04:22)
07. Barzellette (04:36)
08. Moai (03:15)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.