«ENJOY INCUBUS - Incubus» la recensione di Rockol

Incubus - ENJOY INCUBUS - la recensione

Recensione del 21 giu 2000

La recensione

Si sta facendo un gran chiacchierio di questo gruppo: gli Incubus…Chi sono costoro? Non certo quella band death metal di vecchia memoria che poco tempo fa dovette cambiar nome per non essere confusa (e pagare i diritti) a questi baldi giovani. Gli Incubus di cui stiamo parlando sono una sorta di “ventata d’aria fresca ” proveniente dalla costa ovest americana, che attualmente sta vivendo un momento di popolarità non indifferente proprio sul più interessante dei mercati discografici: quello europeo. Il vecchio continente, infatti, era stato fino ad ora povero d’attenzioni verso questo combo (al contrario dell’America dove sono tuttora all’apice), ma con l’uscita del secondo album “Make yourself” qualcuno pare essersi improvvisamente svegliato anche da queste parti. Ecco quindi che la label Epic, gongolando per l’inedita attenzione diretta verso la band capitanata da Brandon Boyd, colloca di nuovo sugli scaffali il primo EP pubblicato nel 1996: “Enjoy Incubus”. Concepito prima del tour che nel 1997 vedeva coinvolti anche Korn e Urge, questo mini album è una specie di ritorno alle origini, al cuore del crossover più solare. Registrato ancora con gli scratch del DJ Kid Lyfe (ora ai piatti c’è Dj Kilmore), “Enjoy Incubus” è un mix tra il funky dei Red Hot Chili Peppers, la pazzia dei Faith No More ed il crossover degli Urban Dance Squad. La voce di Boyd ha la stessa impronta di Mike Patton quando militava ancora negli oramai disciolti Faith No More, gli scratches non sono mai fuori luogo né invadenti, mentre gli slapping del bassista Dirk Lance ed i ritmi soul-funk del chitarrista Dynamike fanno concorrenza con quelli dei migliori RHCP di fine anni ‘80. Sei pezzi (più un’hidden track) di sano crossover, per riscoprire un gruppo di cui sentiremo parlare sempre di più in futuro, ma anche una chance per acquistare un disco che stava diventato quasi introvabile.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.