Regno Unito: nel 2008 i concerti hanno fatturato più della musica registrata

Il momento del sorpasso è arrivato: stime ufficiose sostengono che l’anno scorso, nel Regno Unito, l’industria musicale ha incassato più denaro dai concerti che dalla vendita di cd e download digitali. A rivelarlo, durante una conferenza internazionale sul tema della musica dal vivo che ha avuto luogo nei giorni scorsi a Londra, è stato Will Page, esperto di economia della agenzia di collecting PRS For Music. Page è arrivato alla conclusione attraverso un calcolo empirico: il 3 % di royalty sugli incassi dei concerti che la società PRS riscuote dagli organizzatori a beneficio di autori ed editori di canzoni equivale a un valore al botteghino di 1,28 miliardi di sterline. Una cifra superiore, dunque, agli 1,24 miliardi di sterline che secondo i dati ufficiali raccolti dall’associazione di categoria British Phonographic Industry (BPI) rappresenta il fatturato sviluppato dall’industria discografica locale nel corso del 2008.
Dall'archivio di Rockol - Virtual Time, 'Waves Are Calling' #Nofilter per Rockol
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.