E adesso il rock entra anche al prestigioso Victoria & Albert Museum

Dopo l’apertura di un informale “museo del rock” a Londra (vedi rockol.it/news-99708/Inaugurato-il-museo-del-rock-di-Londra), ora il rock entra nelle più blasonate istituzioni britanniche direttamente dalla porta principale. Sta infatti per essere inaugurata, al Victoria & Albert Museum (per tutti solo V&A) della capitale britannica, una sezione che documenta “alcuni degli oggetti più importanti della storia culturale della Gran Bretagna”. Si tratta delle nuove acquisizioni che compongono il “The theatre and performance galleries”, un florilegio di abiti di scena, copioni, costumi rock e pop, registrazioni, film, fotografie e poster. La sezione del V&A, fondato nel 1852 e contenente quasi 5 milioni di oggetti d’arte e decorativi, tra una prima edizione di Shakespeare e una partitura originale di Haendel mostra anche al pubblico oggetti che finora erano comparsi nei musei solamente per delle mostre temporanee. Ora invece rimarranno. Tra le chicche sono da annoverare l’abito di scena, in pieno gusto New Romantic e d’ispirazione napoleonica, di Adam Ant; quello scollatissimo utilizzato da Mick Jagger nel 1972 e dei pantaloni spesso usati da Jimmy Page nel 1975. Questi due ultimi capi, curiosamente, sono così attillati che i gestori del V&A hanno dovuto porli su dei manichini per bambini. La direzione spera che la nuova sezione possa attirare 150.000 nuovi visitatori all’anno. Nel 2008 il V&A ha accolto 2 milioni di persone, il 15% in meno rispetto al 2007.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.