NEWS   |   Industria / 11/03/2009

Disaccordo con la società degli autori, YouTube UK 'spegne' i video musicali

Disaccordo con la società degli autori, YouTube UK 'spegne' i video musicali
Brutta sorpresa per gli utenti inglesi di YouTube, dopo che dal canale video più popolare del Web sono spariti migliaia di video musicali. Colpa del braccio di ferro in corso tra Google, proprietaria della piattaforma, e il braccio musicale della Performing Rights Society (PRS) che nel Regno Unito tutela gli interessi economici di circa 50 mila autori e compositori musicali. Si tratta, come al solito, di una questione di soldi: secondo la PRS for Music, quelli che YouTube versa ai suoi rappresentati sono troppo pochi, anche in considerazione del fatto che nel frattempo la visione e l’ascolto di clip sul sito si sono moltiplicati; la controparte ribatte che le sue richieste sono esose e che se venissero soddisfatte l’impresa finirebbe irrimediabilmente in perdita. Risultato: YouTube ha “cancellato” improvvisamente dal database migliaia di video a contenuto musicale, con una decisione che ha irritato e sorpreso i funzionari della PRS for Music: “La drastica azione decisa da Google”, sostiene l’ad per la divisione musica dell’agenzia di collecting Steve Porter, “punisce in definitva i consumatori britannici e gli autori i cui interessi proteggiamo e rappresentiamo”. La PRS preme affinché YouTube faccia marcia indietro, riconsiderando la sua decisione “con la massima urgenza”.