Karima, il giallo 'Come in ogni ora': parla Menicagli, il 'coautore fantasma'

Vi abbiamo già riferito (vedi News) dello strano pasticcio riguardante “Come in ogni ora”, il brano presentato al Festival di Sanremo da Karima e sui cui autori sembra non sussistere certezza: Frassi-Ammar (il cognome della giovane cantante di padre algerino e madre italiana) secondo quanto apparso nei titoli televisivi durante la trasmissione televisiva del Festival e le dichiarazioni rilasciate alla stampa dal manager dell’artista, Mimmo D’Alessandro, che cita il deposito in SIAE; Frassi-Ammar-Menicagli secondo i crediti riportati nel mini cd di Karima uscito nei giorni della manifestazione e secondo le dichiarazioni di Gianmarco Mazzi a ADN Kronos; Burt Bacharach e Steven Sater stando alle informazioni incluse nella compilation pubblicata dalla Warner.
E ora è Mario Menicagli, che in seguito alla omissione del suo nome dalla canzone in gara a Sanremo ha deciso di adire le vie legali, a raccontare a Rockol la sua versione dei fatti: documentata, sostiene, da sms e e-mail scambiati nel corso della intricata vicenda e da lui conservati. “Karima”, dice Menicagli, “la conosco da molto tempo. Per lei avevo già scritto dei testi, e un paio d’anni fa l’avevo scelta come voce solista per un tributo a Domenico Modugno da me allestito nell’ambito del festival Toscana Jazz di cui sono direttore artistico. Da allora siamo rimasti in contatto, abitiamo anche a poca distanza: mi aveva raccontato di avere conosciuto Burt Bacharach per tramite di Mimmo D’Alessandro, il suo manager, e che da quell’incontro sarebbe potuta nascere una collaborazione, la possibilità di cantare in italiano brani firmati dal grande compositore americano. Dato il rapporto confidenziale che ci legava, mi proposi subito come collaboratore per i testi. Mi rispose che voleva scriverseli da sola: ma il 14 novembre 2008, alla vigilia di un provino che doveva incidere in sala di registrazione, mi telefonò chiedendomi aiuto. Aveva bisogno, mi spiegò, di un testo da presentare l’indomani in italiano. Siccome in quel momento non mi trovavo in casa, le suggerii di inviarmi per posta elettronica un file audio e una traduzione del testo, così che potessi capire qual era il soggetto della canzone dal momento che ho poca dimestichezza con l’inglese. Il brano che ascoltai allora, e che conservo tuttora, era cantato in inglese da una cantante a me sconosciuta e indicava come autori Bacharach-Sater. Mi misi al lavoro e realizzai un mio adattamento del testo, completamente differente da quello che mi era stato recapitato se non per il soggetto. Ricevuto un cd con la prima versione del pezzo cantata da Karima, apportai anche alcune modifiche successive, soprattutto nell’inciso. La Ammar sembrava soddisfatta del risultato, tanto che mi sottopose in seguito anche un altro brano, sempre firmato da Bacharach (poi pubblicato sul suo cd ma con il testo di un altro autore, ndr). Dopo qualche tempo, però, si rifece viva informandomi che aveva deciso di firmare lei stessa il testo di ‘Come in ogni ora’: per una questione di immagine, mi disse”.
Da quel momento, continua Menicagli, le posizioni diventano apparentemente inconciliabili. “Rimasi disorientato, e le risposi che per nessun motivo avrei accettato di far togliere il mio nome dai crediti della canzone. Non per questioni di denaro, ero disposto a rinunciare a parte dei miei diritti SIAE, ma perché ci tenevo moltissimo a figurare come autore a Sanremo. Proposi anche un compromesso: entrambi i nomi, il mio e il suo, indicati come autori della parte letteraria della canzone. Dopo che ‘Come in ogni ora’ venne annunciata tra le canzoni in gara al Festival di Sanremo chiesi subito un appuntamento a lei e D’Alessandro: l’incontro ebbe luogo il 28 dicembre, una domenica, a Viareggio. Nell’occasione D’Alessandro mi ribadì, con una certa supponenza, che il mio nome non sarebbe figurato tra gli autori della canzone. Aggiunse che la mia non era nient’altro che una traduzione, che il mio testo non gli piaceva neanche troppo, e che autori come me poteva trovarne a centinaia… Cosa che non mi permetto di contestare ma che non sposta i termini del problema: e cioè che quel testo era mio”. Non è finita: “Pochi giorni dopo, il 30 dicembre, Karima mi fissò un altro appuntamento: lei e D’Alessandro, mi disse, ci avevano ripensato, e siccome quello era il termine ultimo per l’iscrizione al festival degli autori e compositori si fece consegnare una fotocopia del mio documento di identità e un’autocertificazione della mia cittadinanza italiana, requisito indispensabile per partecipare al Festival”. E poi? “Poi cominciai a leggere sui giornali certe sue dichiarazioni, riguardo a un testo che le era costato mesi di fatiche e che temeva non fosse all’altezza della splendida musica scritta da Piero Frassi: nome che fino a quel momento non avevo mai sentito nominare come compositore della canzone. A me, fino a quel momento, era sempre risultato che il pezzo fosse stato scritto da Bacharach. Che io, peraltro, non ho mai incontrato. Sul momento pensai anche che fossero anche riusciti – non so come – a cambiare in corsa la canzone da presentare a Sanremo. E invece no, leggendo i testi pubblicati in anteprima su ‘Sorrisi e Canzoni’ verificai che il brano era sempre quello, ‘Come in ogni ora’. Identico nel testo ma firmato Frassi-Ammar”.
Quanto a Frassi (che nel suo curriculum su Myspace elenca un paio di trascorse collaborazioni con Karima, ma non fa cenno al brano sanremese; e nel cui elenco di composizioni registrate in SIAE per il momento non figura “Come in ogni ora”), Rockol ha cercato di parlare anche con lui: inutilmente, perché dal suo numero di cellulare non abbiamo finora ottenuto risposta.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.