Eminem vs. Universal: vuole più soldi sulle vendite dei download

Eminem vs. Universal: vuole più soldi sulle vendite dei download
Eminem e Universal si affrontano in tribunale: due anni fa la società che cura le produzioni del rapper di Kansas City, la F.B.T. Productions di Mark e Jeff Bass alias i Bass Brothers, aveva fatto causa alla casa discografica che ne pubblica e distribuisce le registrazioni reclamando il mancato versamento di royalties per 1,6 milioni di dollari. L’ammanco riguarderebbe le vendite di download, suonerie e altri prodotti digitali non disciplinati espressamente dal contratto discografico siglato a suo tempo da Eminem. E proprio per questo il processo che si è aperto in questi giorni a Los Angeles è seguito con grande attenzione dall’intero music business: in gioco ci sono, per l’appunto, milioni di dollari, e l’interpretazione di contratti firmati prima che iTunes e gli altri negozi di musica digitale rivoluzionassero il consumo di musica e il mercato.
I legali della F.B.T. sostengono che sui file digitali la casa discografica non può incassare la percentuale riconosciutale sulla vendita dei cd, in quanto gli oneri che deve sostenere per la distribuzione sono praticamente azzerati (una volta esclusi gli stipendi della rete vendita, le spese di confezionamento del prodotto, i costi di spedizione e di trasporto); la Universal replica che anche la distribuzione digitale, e le attività promozionali che ne fanno da corollario, hanno un costo. Altro punto caldo della vertenza è la proprietà dei file digitali messi in vendita, di cui l’artista (e non solo la casa discografica) ha facoltà di limitare la circolazione e la distribuzione, vedi il no ad iTunes reiterato da gruppi come gli AC/DC. Se verrà data ragione all’entourage di Eminem, si sarà accettato il principio che si tratta di una licenza rilasciata dall’artista e che a questi debba andare una percentuale maggiore del prezzo di vendita: tipicamente il 50 %, contro il 25-30 % che il produttore (in questo caso F.B.T.) spunta normalmente su un contratto di distribuzione. La discussione in tribunale, per coincidenza, divampa proprio nel momento in cui Eminem, in compagnia di Dr.Dre e 50 Cent, staziona nelle primissime posizioni della “Hot digital chart” di Billboard con il brano “Crack a bottle”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.