Beatles: il ivideogioco uscirà (probabilmente) in autunno

Beatles: il ivideogioco uscirà (probabilmente) in autunno
La versione del videogioco “Rock Band” dedicata ai Beatles e prodotta da Mtv (vedi News) dovrebbe uscire nell’autunno di quest’anno. Lo ha anticipato al sito americano HITS DailyDouble l’editore Martin Bandier, che in qualità di amministratore delegato della società Sony/ATV amministra i diritti sulle composizioni dei Fab Four. “Crediamo che diventerà il videogioco musicale più venduto della storia” ha detto Bandier, aggiungendo di non riuscire a spiegarsi perché non si sia ancora raggiunto un accordo per la distribuzione del catalogo discografico dei Beatles su iTunes. “Non sono neppure sicuro che al momento ci siano delle trattative in corso. La cosa non ha senso, e chiaramente la EMI ha bisogno di questo accordo come dell’aria che respira”.
Nel corso del domanda e risposta con il sito americano, Bandier ha affrontato altri temi interessanti, dimostrandosi estremamente ottimista sul futuro delle società di edizioni musicali: “Abbiamo una molteplicità di fonti di introito che anche l’industria discografica potrebbe mettere a frutto ma che non è abituata a gestire. Ogni volta che una canzone viene suonata in radio, in tv, in un bar, in un ristorante o in concerto, noi – insieme agli autori e compositori del brano - veniamo pagati. E queste aree sono in continua crescita, mentre le somme che incassiamo dalla vendita dei dischi continuano a rimpicciolirsi, in percentuale siamo passati da oltre al 60 % degli incassi totali a meno del 30 %…Vendite digitali e suonerie rappresentano una porzione sostanziale dei nostri guadagni, e non abbiamo bisogno di spendere molti soldi in marketing e promozione. Bastano le scelte e i contatti giusti: con le agenzie di pubblicità, i supervisori musicali delle produzioni cinematografiche e televisive, i produttori di videogiochi”.
Per molti anni alla guida della EMI Music Publishing, da quando è alla Sony/ATV Bandier ha rinforzato e rinnovato ampiamente il parco autori firmando contratti con giovani artisti come Taylor Swift, Jonas Brothers, Lady GaGa, Akon e Sara Bareilles a cui si aggiungono “big” del pop, rock, r&b e country come Shakira, John Mayer, Wyclef, Kenny Chesney e Rascal Flatts. Ha anche lanciato un’etichetta discografica, Hickory Records, che ha già ottenuto notevole successo con Elliott Yamin (700 mila copie vendute negli Stati Uniti) “Non abbiamo bisogno di vendere milioni di dischi perché possediamo i diritti su tutte le canzoni”, ha spiegato Bandier. “E’ una situazione vincente per noi e per gli artisti, con cui spartiamo equamente i profitti una volta recuperate le spese”.
L’ultima domanda di HITS riguarda Michael Jackson, il suo coinvolgimento nella società e l’eventualità che la sua quota azionaria – come spesso si dice in giro (vedi News) – venga prima o poi rilevata: “Michael ci offre un appoggio importante, ma non è coinvolto a nessun titolo nella gestione. Però come editore è bravissimo, sa riconoscere le belle canzoni. Oggi come oggi, siamo una famiglia felice”.
Dall'archivio di Rockol - Giles Martin racconta "Sgt. Peppers Lonely Heart Club Band"
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.