NEWS   |   Industria / 09/02/2009

Il business dei biglietti: anche Agassi e la Graf investono su Viagogo

Il business dei biglietti: anche Agassi e la Graf investono su Viagogo
Il settimanale inglese Music Week cita i nomi degli ex tennisti André Agassi e Steffi Graf tra quelli dei nuovi finanziatori di Viagogo, uno dei più celebri (e discussi) siti di compravendita on-line di biglietti per spettacoli sportivi e di intrattenimento. La celebre coppia, ritiratasi dall’attività agonistica, è stata anche invitata a unirsi all’ advisory board della società fondata da Eric Baker. Quest’ultimo, che ricopre anche il ruolo di amministratore delegato, ha spiegato che grazie alla nuova iniezione di denaro, 15 milioni di dollari, potrà finanziare i suoi programmi di espansione sul mercato internazionale, investire risorse in sistemi e nuovo personale, siglare nuove partnership accanto a quelle già in essere con lo Really Useful Group di Andrew Lloyd Webber, la squadra di calcio del Manchester United e Live Nation, leader mondiale nell’organizzazione di concerti pop rock.
In occasione dell’ultimo tour di Madonna, che aveva scelto Viagogo come partner ufficiale europeo per il secondary ticketing (la compravendita di biglietti già venduti), la società aveva messo all’asta (dietro versamento di congrui anticipi ad artista e promoter) biglietti di prima fila e pacchetti “Vip”. “E’ stata una grande esperienza e ci aspettiamo che accada lo stesso quest’anno” ha detto Baker, aggiungendo di puntare a contratti dello stesso tenore anche con altri artisti.
Non tutti, però, vedono con favore questo tipo di accordi: proprio in questi giorni (vedi News) Bruce Springsteen ha dichiarato pubblicamente di non percepire alcuna percentuale sulla compravendita dei biglietti dei suoi concerti, né sulle commissioni applicate dall’agenzia di ticketing.