Afterhours: 'Andiamo a Sanremo per dare visibilità alla nuova musica italiana'

Afterhours: 'Andiamo a Sanremo per dare visibilità alla nuova musica italiana'
E' un progetto ambizioso, quello degli Afterhours. Il gruppo di Manuel Agnelli è uno dei nomi di spicco del cast del Festival di Sanremo quest'anno. “Hanno iniziato a corteggiarci il maggio scorso”, racconta Manuel a Rockol. “E all'inizio si parlava di dare visibilità ad un gruppo più ampio di artisti che provengono dalla nuova scena musicale italiana. Poi ci siamo ritrovati solo noi, e abbiamo pensato di fare un lavoro diverso per dare visibilità a questi gruppi”.
“Il paese è reale” è il titolo della canzone in gara, e sarà anche il titolo di una raccolta che sarà l'unico posto dove si troverà il brano, che non sarà inserito nella compilation sanremese pubblicata dalla Warner.
Gli Afterhours non pubblicheranno album nuovi, raccolte o riedizioni (l'ultimo album del gruppo , “I milanesi ammazzano il sabato”, è stato appena ristampato con inediti, vedi News), ma una CD con 19 canzoni inedite di band e artisti come Teatro Degli Orrori, Beatrice Antolini, Roberto Angelini, Cesare Basile, Paolo Benevegnù, Marta Sui Tubi e Zen Circus.
“Andiamo a Sanremo ovviamente per farci promozione, ma anche per dare visibilità a questi gruppi, e a questa iniziativa seguiranno anche una serie di eventi grandi e piccoli, in cui coinvolgeremo anche altri artisti più noti che non abbiamo inserito nel disco per non cannibalizzarlo”.
Gli Afterhours pubblicheranno da soli questa compilation, con l'aiuto della FNAC per distribuzione e marketing: sarà disponibile a prezzo speciale (9,90€) solo nei punti vendita e sul sito della catena di megastore: “Non volevamo fare una cosa tradizionale, ed è anche il motivo per cui abbiamo rotto con la Universal”, spiega Manuel, confermando un “rumour” che circolava nell'ambiente da qualche settimana. “Uscire con un disco nuovo per una major è stato un segnale importante, ma poi non ci siamo trovato d'accordo sulla riedizione. In generale le major hanno poca flessibilità e troppi schematismi rigidi, e un progetto come questo non è concepibile in un contesto del genere”.
“Andiamo a Sanremo avendo imparato la lezione di gruppi come Subsonica e Avion Travel", continua Agnelli, "che sono saliti su quel palco facendo le loro cose, rimanendo se stessi, e ottenendo ottimi risultati. Abbiamo avuto grande rispetto e dimostrazioni di stima da parte dell'organizzazione, ed è questo il motivo che ci ha convinti ad andare al Festival quest'anno, nonostante ci avessimo già pensato in passato”, conclude Manuel.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.