Ron Wood ha licenziato il suo business manager (il figliastro Jamie)

Dopo sei anni senza apparenti problemi, Ron Wood ha licenziato Jamie, il suo business manager. Jamie, 33 anni, è figlio di Jo, la donna che legalmente è ancora moglie del Rolling Stone. Jo, 53 anni, lo ebbe da una relazione prima di conoscere Ronnie. L’improvvisa mossa del rocker, che ha lasciato Jo la scorsa estate per stare con la russa ventenne Ekaterina “Katia” Ivanova, rischia di spezzare la tregua che i coniugi avevano dichiarato durante le scorse festività natalizie. Ma cosa avrebbe spinto Ronnie, il quale secondo alcune voci avrebbe la mezza intenzione d’andare a vivere in California con Katia, a troncare i rapporti di lavoro col figliastro? Il musicista, si dice, è concentrato sulla sua vita con la giovane russa e non avrebbe più avuto voglia d’avere attorno qualcuno di quello che lui considera “il vecchio giro”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.