NEWS   |   Industria / 16/01/2009

Gran Bretagna, HMV investe nella musica dal vivo

Gran Bretagna, HMV investe nella musica dal vivo
Mentre i suoi concorrenti chiudono o annaspano (vedi News), la più importante catena inglese di megastore per l’intrattenimento continua a investire e a diversificare. Dopo avere salvato, sia pure in parte, i negozi del circuito indipendente Fopp (vedi News), HMV ha rilevato 14 degli ex Virgin Megastore che operavano sotto l’insegna Zavvi, a sua volta costretta a chiudere gradualmente bottega: nove dei punti vendita sono localizzati nel territorio del Regno Unito, gli altri cinque in Irlanda.
Ma la vera sorpresa di queste ultime ore è l’ingresso del retailer nel settore della musica dal vivo, attraverso una joint venture con la società Mama Group che le permetterà di diventare comproprietaria di 11 locali musicali britannici tra cui il Garage, il Forum, il Jazz Cafè, il Borderline e l’Hammersmith Apollo di Londra, più altri a Edimburgo, Birmingham e Aberdeen. Sarà lo specialista Mama a gestire operativamente la nuova società, battezzata Mean Fiddler Group Limited, mentre in alcuni casi il marchio HMV comparirà nell’insegna dei locali. “Si tratta”, secondo i corresponsabili del Mama Group Adam Driscoll e Dean James, “di un accordo spartiacque che modificherà profondamente il volto del business della musica dal vivo nel Regno Unito”.
A dispetto delle condizioni critiche del mercato dell’intrattenimento e dell’economia britannica, HMV ha chiuso in attivo la stagione natalizia incassando un incremento di fatturato del 5,8 % rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (+ 3 % senza considerare aperture o ampliamenti dei negozi).