Rivoluzione digitale: iTunes dice addio al DRM (e introduce i prezzi variabili)

Rivoluzione digitale: iTunes dice addio al DRM (e introduce i prezzi variabili)
Una svolta cruciale per la musica digitale? Al Macworld Expo di San Francisco la Apple ha finalmente annunciato l’abbandono del DRM, il software di protezione antipirateria che limita le possibilità d’uso e di circolazione della musica acquistata sotto forma di download: grazie ai nuovi accordi siglati con le etichette indipendenti e con le major Sony BMG, Universal Music, Warner Music ed EMI (quest’ultima, vedi News, vendeva già dal maggio del 2007 musica senza DRM su iTunes) 8 milioni dei brani disponibili sul music store della Apple sono ora acquistabili con l’opzione iTunes Plus in formato AAC 256 kbps, senza Digital Rights Management e dunque liberamente utilizzabili su ogni tipo di riproduttore di file digitale. Il resto del catalogo, altri 2 milioni di brani, sarà disponibile in questo formato dalla fine di marzo mentre sarà possibile convertire automaticamente in iTunes Plus senza DRM anche i brani acquistati precedentemente dal “negozio” pagando un sovrapprezzo di 30 centesimi a titolo (o il 30 % in più sul prezzo di un album).
Un’altra novità importante annunciata al MacWorld (e fortemente voluta dalle major) riguarda l’introduzione di un regime di prezzi variabili per i download, a partire dal mese di aprile: 69 centesimi di dollaro per i titoli di catalogo, 99 centesimi per i brani più recenti, 1 dollaro e 29 centesimi per le “hits”. Gli utenti di telefonini iPhone 3G, infine, possono ora acquistare l’intero catalogo di iTunes Store direttamente sul cellulare utilizzando la rete 3G, così come facevano fino ad oggi sfruttando le connessioni Wi-FI del computer: prezzo e qualità dei download restano invariati.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.