Jade Jagger al lavoro con la sua etichetta discografica

Jade Jagger al lavoro con la sua etichetta discografica
Per una volta il cognome Jagger e la musica non portano il nome di Mick ma di sua figlia. Jade Jagger sarà impegnata con il suo marchio Jezebel (suo secondo nome) con il quale si occupa di musica, ma anche di moda e arte. L'etichetta è stata fondata nel 2007 per organizzare party musicali per i grandi eventi di moda durante i quali hanno fatto il loro debutto in passato (tra le altre) Lily Allen e Estelle.
Da quell'esperienza è nato il Jezebel Soundsystem che ha ospitato artisti del calibro di Mark Ronson, Clark Kent, Dan Greenpeace, Kraft Kutz, Audio Bullys, Groove Armada, Fatboy Slim, 2manyDJs e Tayo.
Per il 2009 Jade sta lavorando con Jaguar Skill, un DJ londinese e D.R.W., il prossimo party della Jezebel è previsto per il 23 gennaio al "Bread and butter" a Barcellona.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.