UK: Woolworths chiude il 5 gennaio (e intanto svende cd e altro)

Il termine ultimo per il salvataggio di “Woolies”, o almeno per una parte dei suoi 807 negozi, è il 5 gennaio del 2009: se nessun potenziale compratore avanzerà un’offerta concreta entro quella data, hanno fatto sapere i dirigenti della Deloitte incaricati di gestire la procedura di fallimento concordato, la catena chiuderà definitivamente i battenti lasciando a casa i suoi 27 mila dipendenti.
All’acquisto di una parte degli asset, circa 300 punti vendita, avrebbero mostrato interesse aziende inglesi, americane, africane e asiatiche: nessuna delle quali, però, sembra effettivamente prossima a concludere l’operazione. Se la situazione non evolverà, spiega l’amministratore pro tempore Neville Khan, le chiusure dei punti vendita inizieranno a tappe forzate, cominciando il 27 dicembre con i primi 207 negozi. Nel frattempo, da Woolworths è iniziata una grande svendita che su articoli come cd, dvd, giocatolli o utensili da cucina arriva a sconti del 50 % sul prezzo della merce (3,17 sterline per il singolo “Hallelujah” nella versione di Alexandra Burke, la vincitrice di X Factor). Nel frattempo circa 50 milioni di articoli, compresi cd, dvd e videogiochi, continueranno ad arrivare ai punti vendita per arricchire gli assortimenti durante periodo natalizio.
Khan ha confermato che uno dei principali debitori di EUK, società di distribuzione discografica legata a Woolworths e destinata anch’essa alla chiusura, è la catena Zavvi: gli ex Virgin Megastores avrebbero accumulato un debito di 105 milioni di sterline.
Dall'archivio di Rockol - Artisti che odiano i loro successi: 11 casi da manuale
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.