Concerti a Milano: sotto accusa il promoter di Bruce Springsteen

Concerti a Milano: sotto accusa il promoter di Bruce Springsteen
Il concerto di Bruce Springsteen allo stadio Meazza di Milano che risale al 25 giugno scorso è sotto accusa per aver sforato l’orario limite consentito. Oltre alle proteste degli abitanti della zona di San Siro riguardo all’inquinamento sonoro (vedi News), il problema questa volta sarebbe il bis di Springsteen, “Twist and shout” e “American land”, che è durato ventidue minuti oltre le 23.30, il tempo limite in cui avrebbe dovuto terminare il concerto.
A ricevere l’avviso di garanzia è il promoter dell’artista nonché il titolare della Barley Arts Claudio Trotta, che rischia tre mesi di arresto oppure un’oblazione con l’accusa di disturbo della quiete pubblica e mancata osservanza dei provvedimenti dell’autorità.
Sotto accusa come Trotta sono anche i promoter dei concerti all’Arena Civica di Lenny Kravitz e dei Subsonica.
“Chi sbaglia deve pagare”, ha dichiarato l’assessore ai Giovani, Giovanni Terzi, “ma è assurdo che il promoter di Springsteen vada in carcere perché l’artista ha concesso due bis, mentre c’è gente in libertà vigilata che ha ammazzato i genitori. Chiedo che si trasformi questo tipo di reato in amministrativo e non penale. C’è il rischio che i promoter abbandonino Milano: chi vorrebbe rischiare la galera per un concerto?”.
E Claudio Trotta commenta: “L’atto dei magistrati è ineccepibile ed è giusto che io debba pagare una multa, ma è assurdo che sia un reato penale. Posso solo dire che quella notte ho visto ottanta mila persone uscire dallo stadio emozionate e commosse”. (Fonte: Corriere della Sera, Quotidiano Nazionale)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.