Stati Uniti, ottobre record per YouTube

Stati Uniti, ottobre record per YouTube
Il canale video più popolare della Rete continua ad attrarre nuovo pubblico, se non ancora grandi investimenti pubblicitari. Cento milioni di persone, nei soli Stati Uniti, si sono collegate al sito di proprietà Google durante lo scorso mese di ottobre, secondo gli ultimi dati raccolti da ComScore: ma quel che più impressiona (anche osservatori interessati come le case discografiche) è il numero di clip video visti su YouTube nell'arco del mese, 5,4 miliardi di filmati che equivalgono a quasi il 40 % del totale (13,5 miliardi, il 45 % in più dell’anno precedente). In questa classifica MySpace di News Corp. segue nettamente distanziato (520 milioni di filmati visti), davanti ai siti della famiglia Yahoo! (363,4 milioni) e quelli del gruppo Viacom (che includono Mtv, 305,3 milioni).
Il videoclip più visto sino ad oggi su YouTube resta “Girlfriend” di Avril Lavigne, con 109,8 milioni di contatti.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.