L'ex manager dei Pink Floyd: 'iTunes ha distrutto la discografia'

L'ex manager dei Pink Floyd: 'iTunes ha distrutto la discografia'
Peter Jenner, primo manager dei Pink Floyd e di Syd Barrett, appartiene alla schiera di quelli che non vedono di buon occhio iTunes. Relatore a Londra in un convegno organizzato dall’associazione MusicTank , Jenner, che nel corso della carriera ha lavorato anche con Marc Bolan, i Clash, Ian Dury e Billy Bragg (suo attuale cliente) ha ribadito il suo punto di vista: “Spezzettando gli album, la piattaforma della Apple ha avuto un effetto disastroso sull’industria discografica. Il risultato è che un prodotto che valeva dieci sterline oggi ne vale 1,60, il prezzo dei due singoli che vale la pena di comprare”. Gli ha fatto eco Simon Wheeler della casa discografica indipendente Beggars Group: “Giusto o sbagliato che sia, iTunes ha fissato il prezzo per i download alla carta. E così facendo ha sottratto potere dalle mani delle case discografiche, degli artisti, degli autori e degli editori”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.