Ticketmaster: 'Basta con le commissioni sui prezzi dei biglietti'

Biglietti in vendita senza nessun balzello e onere aggiuntivo connesso all’erogazione di spesso fantomatici “servizi”.

Possibile? Pare di sì, ed è proprio la più importante biglietteria elettronica al mondo, Ticketmaster, a promettere un colpo di spugna su una prassi consolidata ma molto poco apprezzata (e compresa) dai consumatori. Sean Moriarty, ad di Ticketmaster e presidente della neocostituita Ticketmaster Entertainment, lo ha annunciato a inizio settimana durante una conference call con gli investitori della società: “Stiamo già testando il programma su certi tour imminenti che sono attualmente in vendita”, ha detto, promettendo che gli utenti del servizio di consegna elettronica dei biglietti TicketFast non subiranno più le famigerate commissioni extra sul prezzo nominale del biglietto. “Con questo nuovo approccio vogliamo indicare una nuova strada e cambiare radicalmente il modo in cui si vendono i biglietti nell’industria dello spettacolo dal vivo” ha aggiunto Moriarty, specificando che i primi artisti a sperimentare il nuovo sistema saranno gli Eagles: clienti di Irving Azoff e di quella Front Line Management di cui Ticketmaster ha appena acquisito una partecipazione azionaria di maggioranza (vedi News). .


I biglietti per il loro concerto del 17 gennaio al Greensboro Coliseum Complex nel Nord Carolina costeranno tra i 60 e 100 dollari, senza ricarichi connessi alla gestione degli ordini e alla consegna dei tagliandi, nel caso in cui l’acquirente scelga l’opzione di stamparseli a casa per conto suo. C’è solo da sperare, a questo punto, che l’eliminazione delle commissioni non venga compensata da un ulteriore rincaro del face value , il prezzo nominale stampato sul biglietto stesso…
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.