NEWS   |   Italia / 03/11/2008

Tiziano Ferro: ''Alla mia età' mi metto ancora - con piacere - in discussione'

Tiziano Ferro: ''Alla mia età' mi metto ancora - con piacere - in discussione'
Di persona, Tiziano Ferro è solare, tranquillo, divertente e divertito, meno accigliato che nella foto di copertina del suo quarto disco, “Alla mia età”, in uscita venerdì 7 novembre. E non è poco per un ragazzo di ventotto anni che in meno di un decennio è passato da sconosciuto a talento emergente a star di primo piano della musica italiana e internazionale.
Rockol lo incontra in un albergo milanese dove sta facendo un tour de force promozionale. Scherza, ride, ma è un professionista vero, che si concentra su ogni intervista. E il suo status è chiaramente dovuto non solo al talento, ma anche all'impegno e alla voglia di mettersi in gioco. E' lui stesso a spiegarlo, quando ci racconta delle collaborazioni di questo disco, alcune sorprendenti: Ivano Fossati che firma “Indietro”: “Si, ci sono degli esperimenti surreali: Fossati che scrive il testo di una canzone urban/r'n'b che poi in inglese viene cantata da Kelly Rowland... Io l'ho provocato dandogli da completare questa musica, e lui ne è rimasto entusiasta al di là di quello che potrebbe pensare chi lo conosce per sentito dire. Questo te la dice lunga su quanto ci frenino i preconcetti nella musica, su quanto ci freni il sistema. Per me la cosa più importante è il divertimento: l'ho imparata proprio da Fossati e dall'altro ospite, Franco Battiato”.
In “Alla mia età” Tiziano Ferro si mette in gioco eccome, raccontandosi apertamente fin dal titolo: “L'album nasce da una ricerca dell'equilbrio”, ci spiega. “mi piace l'idea di chiedermi cosa sto facendo in questo periodo della mia vita, ma anche l'idea di invitare le persone a fare lo stesso, a farsi delle domande, anche senza darsi risposta subito. E' un titolo che rappresenta il viaggio che volevo compiere all'interno dell'essere umano, delle sue sicurezze e soprattutto delle sue insicurezze, il cui valore spesso sottovalutiamo. E poi scrivere per me è un processo senza filtro, mi sento a disposizione della canzone”.
Il disco, dice Tiziano, è stato inciso con calma: “Devo ringraziare il tempo che mi sono concesso per fare questo album. È complicato trovare il tempo per far coseistere artisti così diversi nello stesso disco, e farceli stare comodamente”.
"Alla mia età” è un disco di presenze, dirette e indirette. Oltre alla ex-Destiny's Child – che compare in “Breath gentle”, versione inglese di “Indietro”, ce ne sono diverse altre: la prima è quella di Flavio, suo fratello, che suona la batteria in “Assurdo pensare”: “E' un regalo che gli avevo promesso per la promozione”, racconta Tiziano. “Non so se voglia suonare nella vita, io per il momento gli dico solo che fare musica stimola la mente. Certo se vuole fare quello, deve essere nella posizione di poterlo fare: per fare il turnista bisogna essere perfetti”.
Poi c'è l'amica di sempre, Laura Pausini, che co-firma “La paura non esiste”: “Mi ha regalato questo titolo, e ho voluto fortemente metterla nei crediti, anche se lei non voleva. Ho anche pensato di usarlo come titolo del disco, ma era per certi versi troppo fuori tema e troppo simile al titolo dell'album precedente “Nessuno è solo”. C'è pure Morrissey, nell'album seppure in modo ancora più indiretto: Tiziano ci racconta con l'entusiasmo di un ragazzino che è uno dei suoi autori preferiti, e che lo ha citato nella title-track, riscrivendo una frase di “You know I couldn't last” da “You are the quarry”. Infine, non c'è nel disco, ma c'è nella sua vita Giusy Ferreri, che Tiziano ha prodotto: “Mi si apre il cuore a parlare di lei, le voglio bene: mi ha permesso di tirare un fuori un mio lato che non stimavo avere. Credevo di non essere in grado di lavorare per qualcun altro senza intromettermi. Invece con lei, per merito suo, è stato tutto naturale. Ha solo dovuto aspettarmi, perché abbiamo iniziato assieme la pre-produzione, ma poi ho finito prima il mio disco e poi lavorato in fretta e furia al suo”.
Le ultime battute della chiacchierata sono per il prossimo tour, che inizierà il 18 aprile da Rimini, con date finora fissate fino a fine giugno, nei palazzetti: “E' presto per parlarne, ma so per certo che voglio che sia una cosa divertente. Vivo il mio tempo con il contagocce, per cui non so cosa escogiterà la mia mente da qui a quel momento”, dice sorridendo Tiziano.
Scheda artista Tour&Concerti
Testi