Sanremo News: 400 giornalisti accreditati

Sanremo News: 400 giornalisti accreditati
Teatro Ariston? Fra un po’ dovranno affittare il Maracanà, per il Festival di Sanremo, e non certo per i cantanti italiani - e tantomeno per i fantasmi dei superospiti: ma per i giornalisti, che saranno circa 400, quaranta in più rispetto all’anno scorso. E’ chiaro poi che questi a loro volta si avvarranno di un piccolo entourage di redattori, cui si aggiungono i tecnici e gli operatori dei programmi Rai e Mediaset. Se dalla tv di Stato c’è da aspettarsi uno sfruttamento intensivo della propria grande risorsa, Mediaset non starà a guardare, e manderà a Sanremo inviati di otto programmi, seri e faceti: “Verissimo”, “Fuego”, “Le Iene”, “Target”, “Chi c'è c'e”, “Super”, “Striscia la Notizia” e i Tg. E non solo: anche “Pressing”, per evitare stress supplementari a Raimondo Vianello, andrà in onda da Sanremo, con tanto di Elenoire Casalegno e Giovanni Galli - Pistocchi rimarrà a Milano.
La stampa freme, i discografici un po’ meno: è venuto allo scoperto un fatto che molti si aspettavano già, tendenza consolidata di questi ultimi anni: pochissimi cantanti in gara pubblicheranno un vero e proprio album dopo il Festival: la maggior parte si limiterà ad aggiungere la canzone sanremese ad album già esistenti, oppure a raccolte semiimprovvisate. Nicolò Fabi, Alex Baroni e Silvia Salemi sono i tre benemeriti. Spagna farà uscire un album con cinque inediti e sei editi, Sergio Caputo, Andrea Mingardi ed Enzo Iannacci pubblicheranno antologie con qualche canzone inedita. Gli altri sette “big” ristamperanno i loro ultimi dischi con “bonus”.
Intanto è in edicola un cd rom, “Tutto Sanremo”, che propone un viaggio multimediale nel Festival dal ’51 ai giorni nostri. Non costa molto ed è abbastanza divertente, anche se non è esente da piccole pecche dovute alla gran mole di materiale da inserire. Per fare un esempio, ci sono tutte le biografie dei partecipanti: se dieci righe sulla carriera di Miani, Chiari e Forti e Jo Chiarello sono (con tutto il rispetto) più che sufficienti, per quanto riguarda Mina o Claudio Villa forse era il caso di essere un po’ meno stringati. Ma forse questi sono rilievi da addetti ai lavori: dal punto di vista degli appassionati o dei curiosi, val la pena dargli un’occhiata.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.