Azioni in picchiata, Redstone costretto a vendere Viacom e Mtv?

La crisi dei mutui e della finanza americana ha messo in gravi difficoltà anche un magnate dei media come Sumner Redstone, ottantacinquenne proprietario dell’impero Viacom che include Mtv, Nickelodeon e gli studi cinematografici Paramount. Tanto che, secondo Peter Lauria del New York Post, potrebbe essere costretto a vendere in tutto o in parte gli “asset” del gruppo, “gioiello della corona” del suo portafoglio di investimenti.
Fonti vicine a Redstone avrebbero confermato una sua grave crisi di liquidità, e la possibilità di una vendita che potrebbe anche riguardare un’altra sua proprietà, il gruppo CBS che oltre alla rete rv include emittenti radiofoniche e la casa editrice Simon & Schuster. A togliere ossigeno al veterano imprenditore sarebbero i prestiti bancari utilizzati per espandere un’altra delle sue imprese, la catena di cinematografi National Amusements; tali prestiti sono garantiti da azioni Viacom e CBS che nel crollo generalizzato di Wall Street hanno subito una forte perdita di valore, spingendo gli istituti di credito a chiedere denaro liquido come contropartita. Se non riuscirà a convincere le banche a rinegoziare il credito, l’anziano businessman si troverà di fronte a una scelta difficile: vendere in blocco o a pezzi la CBS, che vale meno di Viacom: oppure rinunciare in tutto o in parte a quest’ultima, che però – ha spiegato al New York Post un suo collaboratore – Redstone considera come una cosa di famiglia. Con il crollo di valore subito dai suoi titoli, il magnate è anche scivolato indietro nella classifica degli uomini più ricchi d’America compilata da Forbes, slittando dalla posizione numero 66 alla numero 246.
Music Biz Cafe, parla Claudio Buja (presidente Universal Music Publishing)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.