Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Industria / 20/10/2008

Social network, dopo il lancio di MySpace Music contromossa di Facebook?

Social network, dopo il lancio di MySpace Music contromossa di Facebook?
Per quanto stentato e circondato da polemiche (vedi News), il recentissimo decollo di MySpace Music avrebbe messo una pulce nell’orecchio a Mark Zuckerberg, deus ex machina dell’arcirivale Facebook. Non che l’arrembante sito di social networking voglia lanciarsi in qualcosa di simile, scrive Brian Garrity sul New York Post, ma la volontà di rinforzare i suoi contenuti e la sua interattività musicale sarebbe a questo punto più che un’ipotesi: a questo riguardo gli uomini di Zuckerberg starebbero intrattenendo fitte conversazioni con i titolari di servizi di musica in streaming come Rhapsody, iMeem, iLike e Lala, già ospitati sui profili personali di numerosi utenti di Facebook, in vista di una possibile collaborazione professionale più intensa e continuativa nel prossimo futuro. Allo stesso scopo, il social network avrebbe intensificato i contatti con le major discografiche: quelle stesse major che poco più di un anno fa, agosto 2007, l’avevano costretto a cancellare Audio, un’applicazione software che permetteva agli utenti di caricare e diffondere musica in streaming e che a loro modo di vedere violava palesemente il diritto d’autore (nel frattempo la situazione è cambiata, e anche le strategie dell’industria discografica hanno preso un’altra piega).
Tutto è ancora vago e ipotetico, secondo Garrity, si parla comunque di tempi non brevissimi e non è neppure detto che si approdi a qualcosa di concreto. Di sicuro, al momento, sembra esserci solo il fatto che Facebook non vuole lanciare una piattaforma musicale “proprietaria” né entrare in società con le case discografiche come ha fatto MySpace. In ogni caso, ha confermato un suo portavoce, “la condivisione di musica gioca un ruolo nella missione del sito, che continua a dialogare con tutti i potenziali partner”.