'Le città viste dal basso' dei Perturbazione: 'Ogni edizione è unica'

'Le città viste dal basso' dei Perturbazione: 'Ogni edizione è unica'
Nell’ambito del Festival Internazionale di Letteratura “I luoghi delle parole”, si terrà domani, sabato 11 ottobre a Settimo Torinese, un nuovo appuntamento con Le città viste dal basso, il progetto musicale ideato dai Perturbazione che ha coinvolto nelle passate edizione artisti come Manuel Agnelli, Cristiano Godano, Simone Lenzi dei Virginiana Miller, Paolo Beraldo dei Northpole, Francesco Bianconi dei Baustelle, Offlaga Disco Pax, Mauro Ermanno Giovanardi dei La Crus, Emidio Clementi dei Massimo Volume, Syria, Meg, Remo Remotti e molti altri ancora.
“E’ uno spettacolo che inizialmente è stato pensato per un'iniziativa sulla città che abbiamo fatto a Modena”, spiega a Rockol Tommaso Cerasuolo, cantante dei Perturbazione, “Ci è venuto in mente di rivisitare le canzoni italiane che trattavano il tema delle città, ma ci sembrava un po’ ambizioso da proporre da soli, così abbiamo pensato di chiamare artisti e colleghi con cui avevamo già lavorato in passato. A loro chiedo di prepararsi una canzone che parla di una città, magari la loro di origine, e una canzone, o un brano da leggere, che invece faccia riferimento alla ‘città dell’anima’ che ognuno sente sua. Il titolo poi ci è venuto parafrasando ‘Le città viste dall’alto’ dei Massimo Volume, immaginandoci di girare una città a piedi invece che dall’alto ad altezza d’uomo, dove le canzoni erano le facce delle persone che si possono incontrare”.
Quella di domani a Sesto Torinese (dove i Perturbazione giocano in casa essendo originari di Rivoli, in provincia di Torino), sarà la settima edizione del loro spettacolo: “Domani con noi sul palco ci saranno Marco Parente, Gianni Biondillo, Gipo Farassino, un chansonnier torinese della vecchia guardia, Elia - Lalli e Pietro Salizzoni - e Sirya. Durante le serate ci si alterna, noi interpretiamo delle cover. Ci sono anche delle letture perché ci piaceva inserire una parte letteraria, e il bello è che ogni volta aggiungiamo e togliamo qualcosa, la particolarità di ogni edizione infatti è che diventa uno spettacolo unico, soprattutto grazie anche agli ospiti che cambiano di volta in volta. Tutti quelli che hanno partecipato sono rimasti molto entusiasti, e la loro presenza per noi è stato veramente un grande regalo: la complicità che si crea sul palco è la vera forza di tutto quanto”.
Per ora i Perturbazione non hanno in mente di creare del progetto un cd o un dvd: “La parte delle riprese video non è mai stata curata seriamente, quindi escludo che si possa realizzare un dvd, ma abbiamo sempre avuto degli amici che ci seguivano e ci riprendevano perché volevamo documentare le serate. La parte audio invece c’è tutta, e non sarebbe male farne un cd, ma non ci abbiamo ancora pensato seriamente”.
Per avere maggiori informazioni è possibile consultare la pagina web del gruppo all’indirizzo www.myspace.com/perturbazione, oppure visitare il sito Internet www.tuttaunaltramusica.com sul quale sono presenti alcuni filmati delle precedenti edizioni.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.