Napster cambia padrone: lo compra la catena di grandi magazzini Best Buy

Napster cambia padrone: lo compra la catena di grandi magazzini Best Buy
Il “gatto” di Shawn Fanning si prepara a cambiare casa un’altra volta: sul piatto di Roxio, l’attuale proprietario, è arrivata un’offerta da 121 milioni di dollari in contanti (ma il “netto” è di 54 milioni di dollari) avanzata da Best Buy, grande catena americana di elettronica di consumo che da tempo ha assunto un ruolo preminente anche nella distribuzione di prodotti musicali e di intrattenimento (vedi News). In cambio della piattaforma on-line e mobile di Napster e del suo parco abbonati (circa 700 mila utenti registrati), Best Buy è disposta a versare 2,65 dollari per azione, quasi il doppio del valore fissato per il titolo alla chiusura delle contrattazioni di Borsa venerdì scorso. La transazione, già approvata dal cda di Napster, dovrebbe finalizzarsi durante l’ultimo trimestre di esercizio, salvando la sede centrale della società (a Los Angeles) e i suoi livelli occupazionali, 140 dipendenti tra cui l’amministratore delegato Chris Gorog e altri alti dirigenti che dovrebbero continuare a dirigere l’impresa.
Lanciato nel 1999 da Fanning, allora studente alla Northeastern University di Boston, come software rivoluzionario per la condivisione in rete (file sharing) di brani musicali, il Napster originale venne chiuso nel luglio del 2001 per intervento delle case discografiche. Un tribunale fallimentare ne bloccò successivamente l’acquisto da parte della società tedesca Bertelsmann (allora proprietaria della major musicale BMG) disponendo la vendita all’incanto degli “asset”: il marchio venne rilevato appunto da Roxio, che ribattezzò col nome di Napster la piattaforma digitale ereditata da Sony e Universal e battezzata pressplay (vedi News).
Con l’acquisto del know how e della clientela di Napster, Best Buy mira a contrastare l’egemonia del concorrente Wal-Mart sul mercato americano della musica registrata, on-line e off-line.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.