Polemiche sul parterre del PalaIsozaki: pochi posti, si cerca una soluzione

Polemiche sul parterre del PalaIsozaki: pochi posti, si cerca una soluzione
Il PalaIsozaki, la grande struttura nata a Torino da un progetto del giapponese Arata Isozaki, non piace ai musicisti e per questo motivo si sta cercando di risolvere alcuni problemi.
Il primo a lamentarsi è stato il leader dei Subsonica Max Casacci, che ha evidenziato una capienza limitata nello spazio antistante il palco: "Questo posto è bello e impossibile. Bello perché oggettivamente è splendido, impossibile perché regolato da da norme che ci hanno fatto perdere la pazienza. Prima tra tutte, quella dell'accesso limitato al parterre", ha spiegato il cantante dopo un concerto.
Lo spazio messo sotto accusa può ospitare un massimo di 800 persone, un limite motivato dalla carenza di uscite di sicurezza. Gli organizzatori stanno ora lavorando per riuscire a modificare l'organizzazione delle vie di fuga in modo da alzare questo limite: "La capienza ottimale là sotto sarebbe di 3mila posti", ha dichiarato l'organizzatore Jimi Muttoni, "i 1500 erano il minimo indispensabile per riuscire ad attrarre star internazionali, al di sotto non si può lavorare".
Sarà questo il motivo che ha spinto i Coldplay ad annullare il concerto torinese? Comunque sia, i R.E.M. non si tireranno indietro il prossimo 29 settembre, quando si esibiranno al PalaIsozaki. (Fonte: La Stampa)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.