NEWS   |   Industria / 29/07/2008

Esclusi dai proventi digitali: due ex Smashing Pumpkins denunciano la Virgin

Esclusi dai proventi digitali: due ex Smashing Pumpkins denunciano la Virgin
Nel 2005, cinque anni dopo lo scioglimento degli Smashing Pumpkins, la Virgin America si era accordata con Billy Corgan per vendere il vecchio catalogo sotto forma di download, di suonerie per cellulari e di altri supporti digitali. Gli altri ex componenti della rock band di Chicago non erano stati interpellati, restando tagliati fuori dalla spartizione dei proventi digitali: poco da stupirsi che non l’abbiano digerita, anche se soltanto nei giorni scorsi James Iha e D’Arcy Wretzky-Brown, rispettivamente ex chitarrista ed ex bassista del gruppo, sono passati alle vie di fatto citando in giudizio la casa discografica davanti al tribunale di Los Angeles: sfruttamento indebito e non autorizzato del repertorio attraverso gli strumenti di trasmissione elettronica, sostengono i due ex Pumpkins, che da allora non hanno più avuto contatti neppure con Corgan restando estromessi dalla reunion architettata dal leader l’anno scorso (vedi News). Nel frattempo Iha ha pubblicato altri dischi e lavorato ad altri progetti (Vanessa and the O’s, A Perfect Circle), mentre D’Arcy ha praticamente chiuso con la professione di musicista.
Scheda artista Tour&Concerti
Testi