NEWS   |   Industria / 07/07/2008

EMI, fuori il capo europeo Cecillon

EMI, fuori il capo europeo Cecillon
Un’altra scossa di assestamento in EMI (con possibili ripercussioni anche a livello locale?): in forza di un “accordo amichevole” con la società, annuncia un comunicato ufficiale diramato nella serata di venerdì scorso, Jean-François Cecillon lascia alla fine di questa settimana il doppio incarico di presidente internazionale A&R Labels (il nuovo ufficio artistico della EMI) e di presidente per l’Europa, il Medio Oriente e l’Africa; nell’immediato futuro potrebbe tuttavia assumere un ruolo di consulente senior per la major inglese. Nel dargli il commiato dopo quattro anni e mezzo di “reggenza”, il presidente esecutivo EMI Guy Hands lo ha ringraziato sottolineando che Cecillon “ha conseguito con continuità i target finanziari assegnati alla regione di sua competenza ed ha allevato grandi talenti, sia sotto il profilo artistico che dirigenziale”. Il manager francese, da parte sua, ha spiegato che “ora che la configurazione della nuova organizzazione è stata completata, è arrivato per me il momento di uscire di scena”.
Le sue mansioni saranno ora suddivise tra due persone: ad occuparsi di A&R Labels a livello internazionale, con l’eccezione di Nord America e Regno Unito, sarà l’ex autore di canzoni e produttore musicale Billy Mann (da gennaio chief creative officer della EMI, vedi News); poiché il suo omologo in Stati Uniti, Canada e UK sarà dal 15 luglio l’ex Dexys Midnight Runners Nick Gatfield (vedi News), la responsabilità della gestione artistica della EMI torna completamente in mano ai “music men”. David Kassler, già presidente EMI Music per il Regno Unito e l’Irlanda nonché dirigente senior di Terra Firma, sarà invece responsabile del business e del conseguimento degli obiettivi finanziari in Europa, Medio Oriente ed Africa. Alla presidenza di EMI UK lo sostituirà Ashley Unwin, mentre Nathalie Collin rimpiazzerà Cecillon nel ruolo di presidente e ceo di EMI Music France.