‘Ale'’, la svolta pop-rock di Alexia: ‘E’ un album che dedico a me stessa’

‘Ale'’, la svolta pop-rock di Alexia: ‘E’ un album che dedico a me stessa’
E’ un disco carico di energia e di forza quello che segna il ritorno sulle scene di Alexia. La cantante spezzina che ha esordito nel 1997 con “Fan Club” pubblica un nuovo album a distanza di tre anni dal suo ultimo lavoro in studio, “Da grande” (2005).
“Ale'”, questo il titolo del suo nuovo disco, contiene undici brani, alcuni dei quali sono stati eseguiti durante la conferenza stampa di presentazione tenutasi presso l’Armani Prive di Milano. Le prime due canzoni, “Grande coraggio” (primo singolo estratto), e “Occhi negli occhi” vengono cantante tutte d’un fiato. “Ho la gola secca, scusate, sono molto emozionata di essere qui a cantare le mie canzoni nuove dopo diversi anni”, spiega un’Alexia che ha abbandonato il capello liscio, lungo e moro per un taglio corto da punk londinese biondo platino: “Al momento mi sento una donna molto grintosa”, giustifica la cantante, “Mi sento molto realizzata e ho molto carattere, soprattutto grazie alla nascita di mia figlia. Il look che avevo prima era fin troppo rassicurante. Ora mi sento molto più forte e vado avanti per la mia strada”.
In questo nuovo disco la cantante ha abbandonato le sue influenze precendenti, dalla dance al soul, per indirizzarsi verso il pop-rock: “Ho quarantuno anni, e non posso più permettermi di fare la ragazzina. I miei trascorsi nella musica dance sono stati fantastici, un periodo meraviglioso in cui forse ero un po’ ambiziosa, e di questa cosa ne ha risentito un po’ la mia vita privata. Poi sono passata al rhythm and blues che è la mia vera passione. Mi sono però resa conto che certe cose che voglio dire adesso non posso esprimerle con quel tipo di cantato, mi serve una dimensione più diretta per dire cose più crude e vere, così mi sono orientata verso il pop-rock”.
“Guardati dentro”, “Il branco”, “L’estate”, “Un attimo nell’infinito”, “Immenso” e “Ale” sono gli altri brani che sono stati presentati: “Il disco l’ho intotolato ‘Ale'’ perché ha un significato di liberazione. E’ un disco che dedico interamente a me stessa, come per dire ‘ce l’ho fatta’, dopo quattro anni ho ripreso finalmente la serenità e l’energia di cui avevo bisogno per riprendere il mio lavoro come volevo io, e questo album ne è il risultato. E’ un disco liberatorio, di svolta: ho cominciato a lavorarci nel 2005 e ho smesso due mesi fa quando l’abbiamo registrato”.
Dell’album, che uscirà il prossimo 27 giugno, ci sarà anche una versione in inglese di prossima pubblicazione per il mercato estero.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.