Mandato di cattura per il produttore Scott Storch

Mandato di cattura per il produttore Scott Storch
Scott Storch è ricercato dalla polizia di Miami. Il noto produttore non si è presentato ad un’udienza in tribunale, così il giudice Marc Schumacher ha firmato un mandato di cattura per arrestarlo. Storch ha in corso una battaglia legale con la sua ex per il mantenimento del suo bambino di due anni, Jalen. La madre del piccolo, Dalene Jennifer Daniel, ha iniziato il procedimento legale nel 2006, affermando che Storch era indietro nei pagamenti di 46mila dollari, somma che il produttore dovrà versare in un’unica soluzione se vorrà, una volta arrestato, uscire su cauzione. Storch è stato anche di recente tirato in ballo in un’altra causa di paternità, quella intentata dalla madre di Steven Brandon Bedillo, un ragazzo di 16 anni che lui ha riconosciuto come suo figlio, ma al quale pare non offra alcuna assistenza economica.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.