‘Croci’ dei Miura: ‘E’ un disco che ci rappresenta al cento per cento’

‘Croci’ dei Miura: ‘E’ un disco che ci rappresenta al cento per cento’
Si intotola “Croci” l’ultimo album dei Miura, band all’attivo da oltre cinque anni che si è formata dallo scioglimento dei Timoria (vedi News), e dall’esigenza di due degli ex componenti, Diego Galeri e Illorca, di creare un nuovo gruppo ed iniziare un nuovo percorso artistico.
Hanno pubblicato due album: il primo, “In testa”, uscito nel 2005, e “Croci”, edito lo scoso 23 aprile. “Quest’ultimo disco ha avuto dei tempi di gestazione abbastanza lunghi”, spiega il batterista Diego Galeri, “Quando a fine 2006 eravamo pronti per entrare in studio e registrare i nuovi pezzi abbiamo deciso di interrompere i rapporti con il nostro cantante, Jack – Giacomo Piantoni – e di conseguenza è ritardato tutto. Quando è entrato a fare parte della band Max – Massimiliano Tordini, già cantante dei Mesas e amico di vecchia data dei Miura, abbiamo ripreso in mano tutto e abbiamo portato a termine il lavoro. Ci è spiaciuto molto aver fatto passare così tanto tempo tra il nostro primo disco e questo, è una cosa che ci siamo ripromessi di non far capitare più. Infatti siamo già al lavoro su un nuovo album”.
La produzione artistica del lavoro è stata affidata a Giorgio Canali: “Canali aveva fatto da fonico ai Timoria durante le lavorazioni del primo album prodotto ai tempi da Gianni Maroccolo”, ha spiegato Galeri, “Da allora ci siamo incontrati in altre occasioni ma non abbiamo più avuto la fortuna di lavorare insieme. Quando abbiamo dovuto decidere a chi affidare la produzione di questo disco ci è subito venuto in mente lui, soprattutto per la sua attitudine al rock. L’abbiamo contattato e gli abbiamo portato i provini. Mi ha chiamato e sono rimasto molto sorpreso: era molto contento del materiale che gli avevamo portato”.
Oltre al singolo “M.A.I.A.” (“E’ stata una scelta spontanea quella di farlo uscire come primo singolo: è il brano più vecchio che è entrato a fare parte dell’album), all’interno di “Croci” è presente anche la cover di “Il cielo in una stanza” di Gino Paoli: “E’ nata per caso”, ha raccontato divertito Galeri, “Francesco Migliaccio, attore e regista teatrale, stava lavorando ad un monologo scritto da Massimo Carlotto, uno scrittore noir. Gli sono piaciuti molto i nostri pezzi e ci ha chiesto di utilizzare le nostre canzoni come colonna sonora dello spettacolo. Noi ci siamo messi a completa disposizione anche come gruppo dal vivo durante le serate, e visto che in una delle scene madri una donna canta ‘Il cielo in una stanza’, ci è stato chiesto di rivisitarla a modo nostro e così ci siamo messi in studio e abbiamo deciso di stravolgerla”. Nel disco hanno collaborato diversi artisti come Lubjian, Piero Canali, Walter Clemente (Deasonika), Mirko Venturelli (Giardini di Mirò), Stefano Dal Col (Frigisdaire Tango), Marcello Todde (Matra) e Moltheni: “Ci sono state molte collaborazioni, e la cosa fondamentale è che con ognuno di loro si è stretto un rapporto che va oltre alla stima artistica. Abbiamo curato molto l’aspetto live del disco, abbiamo registrato tutti insieme nella stessa stanza senza cuffie, e la regola era che se una canzone non veniva bene al terzo tentativo si rimandava al giorno dopo. C’è da dire che tra noi c’è un ottimo feeling, come per esempio con Max che è entrato da poco in organico: oltre ad essere un bravissimo cantante, è anche un chitarrista e questo sicuramente è un’aggiunta a livello compositivo e creativo”. “Sono entrato nel gruppo”, spiega il cantante, “qualche mese prima di iniziare le registrazioni. Sono riuscito a scrivere un solo brano, perché per la maggior parte i testi erano già completi. Per ‘Eremita metropolitano’ ho impiegato dieci secondi a scriverla, un’ispirazione lampo che è arrivata velocemente”.
“Una delle cose a cui teniamo particolarmente”, ha concluso Galeri, “E’ che al di là delle nostre esperienze personali che sono tutte importanti e determinanti, crediamo che il lavoro di gruppo che facciamo insieme porti ad una forte identità della band: è un disco che ci rappresenta in tutto e per tutto, Miura al cento per cento”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.