Music Control: è ancora testa a testa tra Duffy e Jovanotti

Music Control: è ancora testa a testa tra Duffy e Jovanotti
"Mercy" di Duffy torna in vetta alla classifica dei brani più trasmessi dalle radio italiane secondo i rilevamenti di Music Control: a farne le spese è "A te" di Jovanotti, che scambia col singolo della giovane inglese il posto in classifica, mentre sul gradino più basso del podio, in risalita dalla quinta piazza, si attesta "Il centro del mondo" di Ligabue. Chiudono la top five "American boy" di Estelle con Kanye West, che scala di una lunghezza rispetto a sette giorni fa, e "Stop and stare" dei One Republic, che dalla sesta passa alla quinta posizione. "Il mondo che vorrei" di Vasco Rossi esce dal gruppo di testa, mentre l'entrata più alta della settimana è opera di Mario Venuti, che vede la sua "L'officina del fantastico" compiere il proprio ingresso nella chart direttamente in quarantatreesima posizione.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.