Payola, Italia: Intro

Payola, Italia: Intro
Prima di inguaiarsi in un giro di squillo d’alto bordo che l’ha costretto a rassegnare in fretta e furia le dimissioni (vedi News), il temuto governatore di New York Eliot Spitzer aveva avuto il merito di ricordarci che le “payola”, i passaggi radiofonici di canzoni barattati con mazzette di denaro, regali e favori sottobanco, non erano un vetusto retaggio del ventesimo secolo. Le major che tuttora controllano il mercato discografico, Sony BMG, Warner e Universal, hanno dovuto recitare pubblicamente il mea culpa e pagare multe salate nell’ordine di decine di milioni di dollari perché, negli Stati Uniti, la promozione occulta di un prodotto viene punita penalmente.
In Italia vicende del genere non sono mai finite in tribunale e raramente anche sulle pagine dei giornali, ma pensare che il do ut des che in inglese si traduce come pay for play non appartenga al costume nazionale sarebbe come credere alla regolarità di certi concorsi pubblici o delle ultime elezioni in Russia. Altra cosa, però, è imbattersi nelle prove, nero su bianco, di quello che si è sempre saputo: nel caso specifico, uno scambio di e-mail tra un ineffabile funzionario radiofonico e un esterrefatto discografico di cui Rockol è venuto in possesso per gentile concessione del destinatario. Ne riparliamo lunedì, chi è interessato resti sintonizzato…
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.