Classifiche USA: il nuovo CD di Madonna entra in testa con 280.000 copie

Classifiche USA: il nuovo CD di Madonna entra in testa con 280.000 copie
E’ densa di novità la nuova Top 10 statunitense. A iniziare ovviamente dal più recente album di Madonna, che entra direttamente al primo posto con 280.000 copie: “Hard candy” diventa il suo settimo disco al numero uno e adesso, tra le cantanti, davanti a lei rimane solamente Barbra Streisand che ne vanta otto. Detronizzata, ma con onore, è Mariah Carey il cui “E=MC2” cala sulla seconda tacca aggiungendo altre 95.000 unità. Scala di una posizione anche “Spirit” di Leona Lewis, che vende altri 84.000 pezzi ed è terzo. Debutta sul quarto posto “Lyfe change” di Lyfe Jennings, 29enne cantante dell’Ohio, poi chiude la Top 5 un’altra new entry. Si tratta di “Songs from the sparkle lounge” dei Def Leppard, il gruppo britannico che ha sempre trovato terreno più fertile negli Stati Uniti che nella nazione d’origine. Da notare che da “Pyromania” (1983) ad oggi tutti gli album dei Leps si sono piazzati nella Top 20 a stelle e strisce. E la stringa di novità non si ferma, perché al 6 plana “Rising down”, il nono album dei Roots, e al 7 “Third” dei Portishead. Il lavoro dell’elusivo gruppo di Bristol vende 53.000 copie. Anche la posizione numero otto registra un debutto: vede l’arrivo dell’omonimo CD dei Mudcrutch, il primo gruppo di Tom Petty. Il nono posto è della compilation “Now 27”, poi conclude la carrellata dei magnifici dieci il doppio "Greatest hits vol. 1 and 2" di Tim McGraw. Mancano di poche lunghezze l’aggancio alla lista più ambita “Nine lives” di Steve Winwood (12) e “This kind of love” di Carly Simon (15). Per quanto riguarda i singoli, “Bleeding love” di Leona Lewis ottiene il quinto primo posto non consecutivo.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.