NEWS   |   Industria / 08/05/2008

Musica digitale, torna Qtrax: stavolta l'accordo con Universal è vero

Musica digitale, torna Qtrax: stavolta l'accordo con Universal è vero
Esploso e imploso all’attenzione internazionale nello spazio di 48 ore in occasione dell’ultimo Midem di Cannes (vedi News), torna a far parlare di sé Qtrax, la piattaforma di download gratuito finanziato dalla pubblicità che aveva conquistato titoli roboanti sui giornali strombazzando contratti di licenza firmati con tutte le principali case discografiche multinazionali. Non era vero, ma dopo quattro mesi qualcosa sembra essersi mosso sul serio: la società infatti ha appena annunciato di avere finalmente raggiunto un accordo di collaborazione con la major leader di mercato, Universal Music (U2, ecc. ecc.) , e con la collegata società di edizioni musicali Universal Music Publishing. In cambio di una quota dei proventi pagati da sponsor ed inserzionisti, entrambe hanno accettato di mettere a disposizione del servizio il loro intero catalogo, affiancandosi alle etichette indie Beggars Group e TVT Records e ad altre major dell’editoria come EMI Music Publishing e Sony/ATV che rappresentano gli autori di canzoni e i loro eredi, ma non hanno facoltà di concedere l’uso delle registrazioni fonografiche.