Concerti negli stadi, disagi ai cittadini: l'opinione dei lettori di Rockol

Allo stadio San Siro di Milano, dove molto spesso, durante la bella stagione, fanno tappa tra i più importanti eventi musicali dell'anno, la querelle si ripronone ad ogni primavera: ai (tanti) entusiasti per le star italiane ed internazionali in arrivo si contrappongono (pochi ma agguerriti) residenti che vedono nei concerti rock una (se non "la") minaccia alla pubblica quiete. Il compito di mediare, spesso, spetta al comune, che cerca di strappare alle produzioni degli spettacoli invalicabili soglie (di decibel) che garantiscano tranquillità alle orecchie dei riottosi, senza - nei limiti del possibile - rovinare lo show ai fan delle star di scena sul palco. I lettori di Rockol che hanno partecipato a un'indagine sull'argomento pubblicata nella nostra sezione riservata ai sondaggi non hanno mostrato particolare comprensione nei confronti degli abitanti dei quartieri adiacenti alle grandi strutture sportive: per la larga maggioranza (il 56%) nulla dovrebbe impedire lo svolgersi di eventi simili in strutture appositamente studiate per manifestazioni di massa, considerato anche il fatto che l'incidenza di concerti rock sull'attività annuale di uno stadio è solo di qualche sera l'anno. E se un buon 25% di lettori preferisce non assistere a concerti rock negli stadi preferendo club o teatri, il 13% "boccia" decisamente la struttura sportiva come luogo dove si possano tenere spettacoli musicali. Solo il 6% ritiene che i concerti negli stadi debbano tenersi rispettando però i limiti di decibel imposti dalle autorità comunali, mentre non ha riscosso successo l'idea di tenere spettacoli musicali solo in strutture lontane dai centri abitati.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.