Quincy Jones: 'Farei lavorare gratis chi scarica musica senza pagare'

Quincy Jones: 'Farei lavorare gratis chi scarica musica senza pagare'
Intervenendo a una conferenza organizzata a Los Angeles dal Milken Institute, “think tank” indipendente sul mondo industriale finanziato con denaro pubblico, il leggendario produttore, arrangiatore e musicista afroamericano ha ammesso senza mezzi termini che il modello di business con il quale ha convissuto per 50 anni “è morto e sepolto, e ora si tratta di ricominciare da zero”. Jones ha invocato la creazione da parte del governo statunitense di un ministero finalizzato alla tutela della musica popolare, e ha lanciato alcune provocazioni all’indirizzo dei teenager che si sono abituati a procurarsi musica senza pagarla: un black out di offerta di due settimane, per esempio, per far capire a tutti i consumatori che la musica, come ogni altra industria, sopravvive solo se produce profitto; “oppure”, ha aggiunto in tono apparentemente scherzoso, “mi piacerebbe far lavorare centinaia di ragazzini per qualche settimana senza dargli una paga”.
Un poco più ottimista di lui, nella stessa circostanza, si è dimostrato il presidente di Sony BMG Andrew Lack, che guarda con fiducia a due innovazioni imminenti: il lancio del servizio “Comes With Music” sui cellulari Nokia (vedi News) e quello di MySpace Music in joint venture con Universal, Warner e la stessa Sony BMG (vedi News). “La storia di questa nostra industria discografica assediata potrebbe – e sottolineo potrebbe – cambiare”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.