Riecco Roberto Magrini: ora dirige la Carisch (edizioni e musica stampata)

Riecco Roberto Magrini: ora dirige la Carisch (edizioni e musica stampata)
Ex direttore commerciale di Fonit Cetra ed EMI, numero uno in CGD ai tempi del passaggio di proprietà dalla famiglia Sugar al gruppo Warner (1989), timoniere negli anni ’90 dell’etichetta discografica di casa Fininvest, Five/RTI Music, e suo traghettatore in Sony Music (dove il marchio sopravvisse ancora per qualche anno col nuovo nome di S4), consulente della PDU di Mina e collaboratore della succitata Sugar, attivo anche sul fronte del retail e della grande distribuzione, Roberto Magrini è uno dei pochi manager ancora in attività tra quelli che operarono nell’epoca d’oro della discografia italiana. Dopo le dimissioni da Sony BMG, nel 2004, aveva tenuto una posizione piuttosto defilata ma ora torna sul campo a tutti gli effetti assumendo l’incarico di amministratore delegato della Carisch, la storica azienda milanese fondata nel 1887 che per prima distribuì in Italia, negli anni ’60, i dischi dei Beatles (su etichetta Parlophone) e che oggi riveste la posizione di leader nel mercato italiano della musica stampata. A volerlo al suo fianco è stato Antonio Monzino Jr., presidente dell’omonimo gruppo che nel 2002 ha rilevato la proprietà di Carisch dalla Warner Music Chappell e che ora punta a un rilancio dell’attività editoriale della società: Magrini prende il posto di Marco Volonté, che ricopriva il ruolo dal lontano 1989 (anno in cui la multinazionale americana aveva a sua volta acquistato la società dai precedenti proprietari).

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.