Musica digitale, eMusic punta all'espansione in Europa

Musica digitale, eMusic punta all'espansione in Europa
Un sito paneuropeo in lingua inglese, “l’iTunes delle indipendenti” lo aveva già lanciato nel settembre del 2006, aprendo un ufficio a Londra. Ma ora, dopo avere utilizzato il Regno Unito come testa di ponte, punta a fornire servizi “locali” ad altri paesi del Vecchio Continente (quali non lo ha ancora annunciato). “Vogliamo guardare ad altri territori e vedere in che modo sia possibile espandersi” ha spiegato Madeleine Milne, ex general manager di eMusic UK che ora ha assunto il ruolo di managing director per l’intera Europa. “Abbiamo riscontrato una significativa adesione al nostro servizio un po’ ovunque, il che significa che la gente che conosce Internet sa utilizzare i siti in lingua inglese”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.