Pete Doherty in prigione, ecco cosa significa per i suoi fan

Pete Doherty in prigione, ecco cosa significa per i suoi fan
Pete Doherty, come riferito recentemente da Rockol, ha iniziato a scontare la condanna a 14 settimane. Ma come si è arrivati a ciò e cosa significa per i suoi fan? Come forse non tutti ricordano, il frontman dei Babyshambles è già stato "dentro" altre due volte: la prima nel 2003, quando si fece due mesi (sui preventivati sei) per essersi introdotto abusivamente nell'appartamento del suo allora compagno di gruppo Carl Barat, la seconda nel 2005, più brevemente, per furto. Sono in compenso innumerevoli le volte in cui l'ha fatta franca, riuscendo sempre ad evitare la galera per un soffio. A tutto ciò, che all'opinione pubblica britannica iniziava veramente a sembrare un'ingiustizia, un occhio di riguardo eccessivo, ha posto fine un giudice del West Ealing Magistrates Court di Londra. Ma il periodo detentivo cosa significa, per i suoi fan? Che Pete vedrà il sole a scacchi fino a metà luglio e sarà costretto ad annullare vari appuntamenti. Il più importante è quello del 26 aprile: una data che nella vita di Pete sarebbe diventata "storica" perché il suo concerto solista alla prestigiosa Royal Albert Hall era già all'insegna del "tutto esaurito". Da cancellare anche il concerto di Glasgow del 10 maggio e la sua probabile partecipazione, da outsider, al festival di Glastonbury. Adam Fleck, il batterista dei Babyshambles, ha detto: "Ovviamente in galera le cose per lui saranno toste. La sola cosa che posso dire è che la band è al suo fianco, come sempre. Spero che possiamo vedere gli aspetti positivi di questa situazione; credo che, quando Pete uscirà, avrà imparato dai propri errori e potremo proseguire regolarmente".
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.