MySpace Music al nastro di partenza: con Sony BMG, Warner e Universal

Il nuovo servizio musicale sviluppato da MySpace e News Corp. parte accogliendo a bordo tre major su quattro, Sony BMG, Warner Music e quella Universal che con il sito di social networking è stata a lungo in causa per una questione di copyright violati (la vertenza si è ora risolta in sede extragiudiziale con l'esborso, pare, di 100 milioni di dollari). Manca ancora la EMI, rallentata dai cambiamenti al vertice della sua divisione digitale (vedi News), mentre etichette indipendenti e aggregatori entreranno in gioco solo in un secondo momento.
L’annuncio ufficiale del lancio del nuovo MySpace Music, arrivato nella serata di ieri (giovedì 3 aprile), non entra tuttavia nei dettagli dell’offerta della nuova piattaforma, che verrà implementata gradualmente entro l’estate: si sa che non conterrà soltanto un negozio di download (di file mp3, privi di protezione anticopia) ma anche musica e video in streaming gratuito grazie alla pubblicità, suonerie e altri servizi per telefonia mobile gestiti da Jamba più le tipiche funzionalità di MySpace, pagine degli artisti e profili personali dei membri della comunità on-line. Questi ultimi (30 milioni di visitatori unici mensili, oltre 100 milioni di membri attivi) potranno continuare a personalizzare i contenuti musicali, creare playlist, diffondere in streaming brani interi sul proprio profilo e includervi link per l’acquisto delle canzoni stesse; da parte loro gli artisti (più di 5 milioni quelli che hanno già una presenza attiva sul sito) potranno utilizzare le loro pagine per vendere direttamente musica in download, così come articoli di merchandising, biglietti per concerti, suonerie e wallpaper. Le tempistiche però non sono ancora definite: mentre “carica” la musica concessa in licenza dalle major e sviluppa gli aspetti tecnologici e distributivi del servizio in collaborazione con vari partner, il nuovo MySpace Music procederà a tappe forzate: prima lo streaming gratuito, solo in un secondo momento il download store e gli altri servizi.
Come noto, si tratta di una joint venture in cui le case discografiche partecipanti detengono una quota azionaria di minoranza: uno dei motivi per cui viene percepito dall’industria musicale come valida alternativa all’egemonia di iTunes, rispetto al quale MySpace Music offre anche, potenzialmente, servizi di community molto più ampi e sofisticati. “Siamo particolarmente elettrizzati dalla presenza simultanea delle funzionalità del social network e di accesso alla musica”, ha spiegato a Billboard il responsabile del settore digitale di Sony BMG Thomas Hesse. “E’ quella la combinazione vincente”. “La musica intesa in senso moderno vuol dire permettere ai consumatori di decidere da sé la loro esperienza di ascolto”, gli fa eco l’ad di My Space, Chris DeWolfe, che aggiunge di puntare molto sull’affiliazione di grandi marchi commerciali (in veste di sponsor di eventi e iniziative speciali) e degli inserzionisti on-line: lo scorso anno questi ultimi hanno fruttato a MySpace 500 milioni di dollari di incasso.
I talk show di Rockol per la Milano Music Week: “Il ticketing”
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.