Andava a 160 in Lamborghini: giudicato colpevole Chad dei Nickelback

Andava a 160 in Lamborghini: giudicato colpevole Chad dei Nickelback
Giunge all’epilogo la vicenda della disavventura automobilistica di Chad Kroeger, della quale Rockol riportò per la prima volta il 3 luglio 2006. L’episodio si verificò nella British Columbia canadese, nella zona di Lower Mainland. Due pattuglie della polizia intervenirono quando videro il veicolo condotto da Kroeger superare il limite di velocità ed effettuare manovre pericolose. Alla fine di novembre dello scorso anno l’inizio del processo, col cantante che si dichiarò “non colpevole”. Ora, presso la città canadese di Surrey, l’arrivo del verdetto: colpevole. In quest’occasione si è anche appreso che il tasso alcolico rilevato al cantante era piuttosto elevato e che l’artista stava conducendo il bolide italiano alla velocità di 160 km/h. Kroeger non era presente alla lettura, ma dovrà esserlo quando il prossimo 1° maggio il tribunale gli comunicherà la pena da scontare. Chad, oltre alle spese, potrebbe rimanere senza patente per 1 anno.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.