Lutto nella musica italiana: è morto il promoter Franco Mamone

Lutto nella musica italiana: è morto il promoter Franco Mamone
Franco Mamone, una delle figure storiche nel campo dell’organizzazione dei concerti in Italia, è morto in un incidente stradale occorso appena fuori Milano, pochi giorni dopo avere portato in Italia Whitney Houston (si era esibita all’Arena di Verona lo scorso 29 giugno). Di Mamone ricordiamo, soprattutto, l’organizzazione dello storico concerto di Bob Marley nel 1980 e di quello di Bruce Springsteen nel 1985; il promoter aveva fatto suonare in Italia anche altre star del calibro di Sting (e Police) e Prince. Ma a Franco Mamone va in particolare il merito di aver coraggiosamente riportato in Italia i concerti rock, dopo un lungo periodo di blackout: fu lui, nel 1979, a organizzare i due concerti di Patti Smith - a Bologna e a Firenze - che riaprirono virtualmente la strada delle esibizioni italiane delle star straniere.
Rockol si unisce al lutto della famiglia e degli amici.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.